spot_img

Un argento inatteso…

Stefano in finale (ph T. Viganò)
Stefano in finale (ph T. Viganò)

Dopo la strepitosa stagione 2014 questo è stato un anno dal “profilo basso” (tutto è relativo…) per Stefano Carnati, il giovane talento della squadra giovanile dei Ragni.

Non che siano mancate le realizzazioni, ma, almeno sotto l’aspetto agonistico, Stefano non ha potuto esprimersi al meglio ed ha dovuto saltare eventi importanti, a causa di un fastidioso infortunio al ginocchio.

Questo fino a pochi giorni fa. Poi sono arrivati i Mondiali giovanili di Arco, un appuntamento al quale il nostro Stefano non se l’è sentita di rinunciare: niente gare boulder, troppo insidiose per il ginocchio “incriccato”, però un paio di prese nella Lead valeva la pena di provare a strizzarle no?

Fatto sta che le prese da due son diventate quattro, otto, venti… e così via, dalle qualifiche alle semifinali, dalle semifinali alla finale e dalla finale fino al secondo gradino del podio. Il tutto intervallato da una giornata trascorsa al Rock Master Village, in compagnia dei responsabili dello sponsor tecnico Adidas e all’atleta Nina Markovic.

semifinale  foto A.Carnati
Semifinale (ph Adriano “Franz” Carnati)

Così Stefano commenta la stagione appena trascorsa e l’inatteso podio mondiale:

“L’estate è quasi finita! Nel mezzo di gare e allenamenti ho avuto il tempo per due brevi viaggi in Frankenjura e per visitare la Zillertal per la prima volta. Sono riuscito a realizzare alcuni itinerari che avevo sempre voluto provare, ma io lasciato anche qualche affare in sospeso…

Negli ultimi giorni ho partecipato ai Mondiali giovanili svoltisi ad Arco. Dal momento che in luglio mi sono rotto una parte del menisco e non ho potuto allenarmi molto bene per un po’, non avevo aspettative: dopo la lotta nel girone di qualificazione, in semifinale mi sentivo un po’ meglio e ho trovato lo spunto per arrivare fino in finale! Ero molto più sicuro, sono riuscito a salie come avrei voluto e ho concluso la gara al secondo posto! Un buon modo per concludere la stagione delle competizioni per me quest’anno! Grandi complimenti a Sascha Lehmann per aver vinto l’oro e a tutti gli altri medagliati!

Tra pochi giorni sarò in ospedale per il mio intervento chirurgico al ginocchio. Spero di recuperare il più presto possibile … Molti progetti sono in attesa! Un grande grazie al personale della squadra nazionale italiana e a Tito Pozzoli, Adidas, DF Sportspecialist e FiveTen per il supporto”.

A questo link trovate le cronache e le classifiche dettagliate delll’appuntamento mondiale: http://www.rockmasterfestival.com/2015/index.php

Il podio della finale di Coppa del Mondo Lead Unber 18
Il podio della finale Lead Unber 18

Related Articles

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Rimani connesso con noi

28,000FansMi piace
47,551FollowerSegui
8,460IscrittiIscriviti

Categorie

Ultime News