spot_img

Uli Biaho: CIMA!

cartolina_uli2

English version en

Poche parole dalla base della parete ovest della Torre di Uli Biaho. Dal satellitare rimbalza la voce di un Matteo Della Bordella felice per il risultato ma davvero stanchissimo: “Abbiamo fatto la via e ci prepariamo a bivaccare. Questa sera rimaniamo qui alla base (quando lo sentiamo sono circa le 18 ora pakistana – ndr), preferiamo affrontare il canale di accesso domani mattina, quando avremo recuparato un po’ di energie”.

In merito alle caratteristiche e all’impegno dell’itinerario non abbiamo avuto il tempo di chiedere notizie precise. Dobbiamo accontentarci di un semplice commento di Matteo: “Magari la via non sarà durissima, ma scalare a queste quote è davvero faticoso!”.

Quindi per ora calma e gesso: c’è ancora una difficile discesa da affrontare dalla cima prima di festeggiare e farsi raccontare nel dettaglio questa nuovo capitolo della storia dei Ragni.

Olé ragazzi è quasi fatta!

AGGIORNAMENTO

Ecco quanto ci ha riferito Arianna Colliard dal campo base, il giorno dopo

La via conta in totale diciotto tiri, di cui quindici indipendenti e gli ultimi tre lungo la linea dello spigolo seguita dalla via di Giordani (quello è il tratto dove Matteo, Luca e Silvan hanno bivaccato sabato notte). L’uscita sul ghiacciaio sommitale segue poi una linea indipendente.

Le difficoltà sono attorno al 6a/6b, con un unico tiro dove Matteo ha dovuto ricorrere all’artif per salire sotto una cascata d’acqua. In parete sono rimasti solo un nut e un chiodo, tutte le altre soste erano su spuntoni. All’inizio della via i tre hanno trovato alcuni chiodi, risalenti ad un tentativo dei francesi del 1974.

Secondo Matteo, Luca e Silvan la loro può essere considerata come la via normale dell’Uli Biaho, visto che “gradi alla mano” è l’itinerario più accessibile tracciato sulla montagna.

Ora al team restano ancora un po’ di tempo e di energie da spendere fra le spettacolari montagne granitiche del Baltoro e i progetti non mancano:Luca e Silvan hanno intenzione di aprire una nuova via, mentre Matteo e David Bacci puntano su Eternal Flame alla Torre di Trango. Meteo permettendo ovviamente… Inshallah!

 

Related Articles

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Rimani connesso con noi

28,000FansMi piace
47,963FollowerSegui
8,460IscrittiIscriviti

Categorie

Ultime News