spot_img

Serata in Maglione Rosso: grazie a tutti!

seratamalioni2014

Ancora una volta ci troviamo a ringraziare i tanti, tantissimi che sono stati presenti alla serata in Maglione Rosso. Non è solo una questione di quantità, ma di qualità: oltre che di gente l’Auditorium della Camera di Commercio di Lecco lo scorso lunedì 19 maggio, oltre che di gente, era pieno dell’affetto e della passione con cui tante persone seguono l’attività del Gruppo Ragni.

 

Per la cronaca dettagliata della serata lasciamo fare al bell’articolo pubblicato da Lecconotizie, che potete leggere al seguente link: http://www.lecconotizie.com/attualita/monti-sorgenti-in-400-alla-serata-dedicata-ai-ragni-di-lecco-171827/

 

In queste righe vogliamo invece dare spazio alle impressioni di due amici hanno assistito alla serata.

 

Il primo commento è di Matteo Zandeiacono, uno dei ragazzi che stanno prendendo parte all’edizione 2014 dell’Academy dei Ragni e che a breve partirà per il Kirzighistan con Luca Schiera:

 

“E’ già passata una settimana dalla serata e per me vale una settimana in meno per vedere come si vive quel tipo di esperienza! Ed è una cosa che dal momento in cui ho messo piede nella sala ed è partito il film. A tratti mi rendeva talmente orgoglioso che avrei voluto correre sul palco e urlare: “Anche io ci vado!”. A tratti invece mi sentivo talmente spaventato da pensare: “Ma ne sarò all’altezza?” Ed è un pensiero che paralizza i muscoli e il cervello. Ti fa sentir piccolo! La soprano a fine serata cantava in continuazione “I dream” e non ho potuto fare a meno di chiudere gli occhi e ascoltare tutte le emozioni che attraverso le immagini del film iniziavano a prendere una forma molto più pratica e riflessiva di quanto avessi potuto immaginare… e mi entrava dentro quella voce! Perché anche io sognavo e forse in quel momento più forte di tutti quanti. Non era la vetta o la scalata in sé a catturarmi, perché quella è un’emozione che nel mio piccolo e in altre situazioni forse un pochino già conosco, è stato piuttosto il voler raccogliere la documentazione di un’esperienza di vita per poterla condividere nei limiti di uno schermo a intrappolare il mio spirito dentro quelle due parole. “I dream!” Nel senso che tante riprese mi hanno portato dietro ai loro zaini in quel momento o dentro le loro tende o addirittura insieme alle loro risate! Ed è in assoluto il percorso più difficile da intraprendere per chi ha il compito di montare e creare attraverso poche riprese emozioni a chi sta guardando. Honnold che scala slegato non è la stessa cosa! Teo che fa la barba specchiandosi negli occhiali e pensare: “Devo recuperare degli occhiali!” Luchino sballottato sul cassone di una jeep e pensare: “Mmm, la schiena!”. Luchino che si impegna a preparare e cucinare quella sorta di involtino e la preoccupazione di Arianna o il sorriso del cuoco alle idiozie del gruppo… quello è viaggiare e crescere”.

 

Ci ha poi fatto molto piacere ricevere il messaggio di Salvatore Ponessa, bravissimo fotografo e videomaker:

 

“Colgo l’occasione di esprimere un mio pensiero sulla splendida serata organizzata per i Ragni di Lecco. Nel complesso la serata è stata molto piacevole, la musica dal vivo è sempre molto coinvolgente e l’inserimento dell’arpa con il soprano è stato molto apprezzato da tutti. Devo fare i complimenti a tutto lo staff che ha realizzato le immagini e i video. Guardando i video ho apprezzato sia la qualità delle riprese sia lo studio e la pianificazione che avete messo in atto per realizzare l’intero progetto. Alcuni video potrebbero partecipare a festival internazionale, ne sono convinto. Mi hanno colpito alcuni video per lo storyboard e per il riuscito impatto emotivo verso lo spettatore, in particolar modo mi ha colpito il video con il simbolo dell’aquila che si avvicina e accomuna l’uomo verso la libertà dai limiti umani, spaziando verso mete che sono latenti dentro ogni uomo e permette che lo spirito appoggi il corpo ad elevarsi verso l’alto. Mi ha colpito ed ha creato una intensa emozione. In questo video i testi, la musica e le immagini erano una poesia. Il film ha fatto vedere che la spedizione è stata fatta con uno spirito di gruppo in cui la fraternità primeggiava con ogni persona, dai portatori ai cuochi e traspirava una gioia fanciullesca in cui ci si diverte con la natura e i protagonisti hanno affrontato anche momenti difficili con lo spirito giusto, con la consapevolezza dei propri mezzi e forze”.

 

Per l’ennesima volta: GRAZIE A TUTTI e arrivederci alla prossima serata in Maglione Rosso, con nuove immagini, nuove musiche e, soprattutto, nuove scalate da raccontare!

Related Articles

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Rimani connesso con noi

28,000FansMi piace
47,548FollowerSegui
8,460IscrittiIscriviti

Categorie

Ultime News