spot_img

Seconda prova Regionale Giovanile U16-U20

5 Marzo 2017, palestra STONE AGE di UBOLDO

 

Domenica siamo partiti presto, ritrovo alle 8 in palestra e via…..macchina piena e facce assonnate, ma ancora per poco!

Siamo arrivati a Uboldo prima che la palestra aprisse,ma non per primi….Edoardo era già lì!!!

Doppio giro di caffè e siamo pronti….ci guardiamo attorno entrando in palestra insieme ai tracciatori e organizzatori, siamo i primi atleti, cerchiamo di non curiosare, ma quasi siamo già sui blokki,ops!

 

Ci mettiamo in un angolo e cominciamo a scaldarci.

Io e Fabio ci guardiamo attorno e cerchiamo di valutare i blokki da lontano: grandi prese, volumi, svasi, lanci, camminate di  coordinazione, placche d’equilibrio e furiose rimontate.

Anche un blokko in classico stile “strizza e tira”…….di vecchio stampo,ma che in poche ragazze son riuscite a chiudere.

Difficili da valutare e leggere senza poterli toccare o guardare da vicino, ma di certo di un livello nettamente superiore alla gara di fine Gennaio alla Vert Climb.

Sono arrivate anche le altre squadre e siamo pronti a GIOCARE!!!!

Parte l’U16……2h che volano via.

8 blokki per le ragazze e altri 8 per i ragazzi.

Anna, Glenda, Simone, Tommaso e Pietro sono carichi, ma li vediamo un pò straniti a guardare questi blokki….

manca Alessia, che ha appena tolto il gesso di una caduta con lo snowboard, e non è il caso che tenti questi blokki acrodinamici con rischio di cadute rocambolesche…. ci giocheremo tutto nella Speed con lei.

Per le ragazze ci sono 2 blokki di scaldo, più semplici degli altri e dove Glenda decide di scaldare il motore.

Anna sceglie qualcosa di più tosto, si sente carica dopo la prova di Coppa Italia del week end precedente, e spara 2 veloci colpi e chiude uno dei blokki che farà classifica.

Per i ragazzi nulla di facile….quello che sembra più abbordabile?

Un lancio a 2 mani e poi compressioni sotto la volta del tetto con agganci di piedi e sbandierate su svasi…….oppure……corsa da equilibristi e salto di decisione contro il muro, atterrando sul volume.

Spremono, cadono, lanciano, corrono, urlano e soffrono……

Per tanti i 7 tentativi max per ogni blokko non son stati sufficienti per riuscire a risolvere il problema, anche se la voglia di provare questi bei giochi non veniva meno.

Anche noi da fuori o sul tappetone coi ragazzi (Fabio ed Io ci siamo alternati sul campo di gara come Team Manager) abbiamo sudato a seguire i nostri giovani.

E i compagni di squadra, arrivati a seguire i loro amici, hanno tifato e urlato per loro, aspettando le classifiche e il loro turno.

Glenda si gioca tutti i giri sui cubi blu e lotta per tutte le Zone possibili, raggiungendo un 9° posto

Solo un blokko resiste ai tentativi di Anna……quello “Old Style” le tacche verdi in strapiombo, dove bisogna scalare e non perdere i piedi.

Non si è lasciato salire da nessuna delle ragazze e aspetta immutato, come quasi tutti gli altri blokki, i ragazzi dell’U18.

Il livello è alto in tutte le categorie…..

Anna dimostra che le esperienze in Coppa Italia sono utili e si sente pronta per la prossima.

L’unica ad aver salito 7 blokki.

I ragazzi alla fine delle 2h sono sconvolti!!!!!!

Solo 5 blokki saliti dal primo e in tanti non sono riusciti a salirne nemmeno uno…….davvero duri come problemi di un Regionale giovanile.

 

Simone (17°) e Tommaso (16°) non hanno avuto gara, come altri ragazzi che si sono giocati la seconda metà della classifica sui tentativi per 2 sole Zone.

E Pietro con un blokko salito in 2 tentativi è a metà classifica, 10°.

Il commento tecnico di Fabio, sulla tracciatura, riassume l’opinione di molti dei tecnici presenti. “Probabilmente i boulder per gli U16 maschili erano troppo duri ma evidentemente la Federazione ha deciso di avallarli il giorno prima e noi ci adeguiamo senza problemi (anzi facciamo i complimenti a tutti coloro che ci hanno lavorato, in particolare la società che si è accollata l’onere di una organizzazione esemplare).
Alle 13.30 tocca all’U18. Anche per loro stessi blokki e stesso tempo, 2h.

Serena scala bene e chiude 6 blokki su 8.

Per lei un 5° posto che conferma il risultato di Gessate. Una linea difficile da superare con le ragazze agguerrite che la precedono. Per il podio servono 8 blokki, anche quello Old Style. In 4 lo salgono,ma i tentativi contano e oggi non ce nè per nessuno….stavolta è la Sara Morandini a chiudere tutto al primo, irraggiungibile.

Anche tra i ragazzi U18 la classifica si fà coi tentativi….come per l’U16 solo 5 i blokki saliti e con 2 blokki sei tra il 4° e il 7°.

Una dura battaglia!!!

Luca con 2 blokki in 4 tentativi è 5°, ma la posizione non lo soddisfa.

Avrebbe voluto scalare ancora e meglio, non è facile interpretare questi problemi.

Mattia (11°) e Marco (9°) fanno del loro meglio ma come tanti salgono solo un blokko, un pò poco per divertirsi, forse.

La Stagione entra nel vivo….adesso si cambia genere.

Le prossime 2 gare saranno nelle 2 palestre più alte di Lombardia……grandi vie di resistenza con la Lead.

Diversi stimoli e diversi obiettivi!!!!

Stay tuned!!

 

Bubu

 

[new_royalslider id=”197″]

Photo by Carlo Aldè

Related Articles

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Rimani connesso con noi

28,000FansMi piace
48,141FollowerSegui
8,460IscrittiIscriviti

Categorie

Ultime News