spot_img

Informazioni utili per arrampicare in Mali

Informazioni utili per arrampicare in Mali

Il Mali è uno stato dell’Africa occidentale situato all’interno e senza sbocchi sul mare. Il suo territorio, per la maggior parte pianeggiante è costituito al nord da deserto, al sud dalla savana.
Essendo un paese sub-tropicale sono necessari tutti gli accorgimenti del caso per quel che concerne le vaccinazioni, delle quali è obbligatoria quella per la FEBBRE GIALLA, infatti tra i documenti richiesti bisogna avere il tesserino del vaccino relativo da tenere allegato al passaporto e senza il quale non viene consentito l’ingresso nel paese. E consigliata anche la profilassi antimalarica. I documenti necessari per l’ingresso in Mali sono il passaporto, il tesserino del vaccino per la febbre gialle ed il visto d’ingresso da richiedere all’ambasciata del Mali a Roma.
Fuso orario: -1h rispetto all’Italia, -2h quando in Italia vige l’ora legale.Lingua parlata: Francese, ma spesso viene parlata solamente nei grandi centri abitati, mentre nei villaggi si parla il Bambara o altre lingue e dialetti locali, specialmente nel distretto di Hombori dove si trovano le pareti, è quindi consigliabile se non necessario contattare un interprete che vi consenta di dialogare con le tribù locali specialmente se intendete arrampicare su alcune pareti a ridosso dei villaggi Dogon.Moneta: Franco C.F.A. Un euro corrisponde circa a 0.65 C.F.A.

Corrente elettrica: 220 V., ma nei piccoli centri vi è solo per poche ore al giorno e comunque consigliabile munirsi di adattatore universale per le prese.
Le jeep spesso hanno un attacco per accendisigari da 24 V. e non da 12 V. come da noi, quindi per qualsiasi esigenza di ricarica è consigliabile chiarire le cose con l’agenzia che contatterete sul posto ancor prima di partire dall’Italia

Profilassi: si consiglia anche, previo parere medico, oltre alla vaccinazione contro la febbre gialla (obbligatoria), le vaccinazioni contro l’epatite A e B, la meningite, il tetano e la profilassi antimalarica soprattutto se si soggiorna nelle città: per gli arrampicatori ci sentiamo di consigliare il MALARONE, un farmaco di produzione elvetica che dà molte meno controindicazioni del più comune LARIAM (che può causare vertigini e nausea, sintomi poco indicati per chi si dovrà cimentare sulle grandi pareti). E’ molto consigliabile bere solo acqua minerale (anche per lavarsi i denti) e bibite in bottiglia senza aggiunta di ghiaccio.

COME ARRIVARE
Esistono diverse compagnie aeree francesi che organizzano voli charter per il mali, ma riteniamo che in quanto tali non siano del tutto affidabili, inoltre non consentono di portare molti chili di bagaglio stivabile.
Noi abbiamo volato con Royal Air Maroc, siamo partiti da Milano Malpensa ed atterrati a Bamako (la capitale del Mali) facendo scalo a Casablanca: il costo del volo A/R è di 700 euri circa comprese le tasse e, facendone tempestiva richiesta, si possono avere a disposizione 40 Kg. Di bagaglio stivabile procapite.
Esistono anche voli interni Bamako-Mopti che vi farebbero risparmiare un giorno di viaggio in pulmino, ma questi voli non ci sono sempre ma solo in certi periodi dell’anno e solamente per due giorni alla settimana, nel caso decidete la data di partenza in funzione di essi.

AGENZIE
Per muoversi sul posto è bene contattare un’agenzia locale, la nostra era:
TATA TRAVEL (referente ADAMA COULIBALY)
Agence de voyages et de tourisme
TEL (00223) 6 01 47 65 ou 6 72 67 41
FAX (00223) 2 43 00 37
BP: 86 MOPTI – MALI
e-mail: adacoul19@yahoo.fr

Potete organizzare dall’Italia tutto il viaggio, dal vostro arrivo in aeroporto fino al vostro ritorno. Consigliabile richiedere anticipatamente un preventivo dettagliato comprensivo di tutto, tenete presente che un fuoristrada costa 92 euri al giorno con autista, escluso il carburante.
Se è la prima volta che vi recate in Mali ad arrampicare e consigliabile (se non d’obbligo) richiedere come guida locale e autista il Sig. SALVADOR CAMPILLO, specificatelo ad Adama della TATA TRAVEL oppure contattate direttamente Salvador tramite il suo sito:
internet: http://empresas.iddeo.es/mascarell/maindefatma//pag/inici.html
e-mail: antartic@ya.com

Salvador Campillo vive in Mali per sei mesi all’anno da quasi venti anni: è il più grande esperto delle Mani di Fatma e di tutto il gruppo montuoso poiché lui stesso è stato uno dei più grandi arrampicatori valorizzatori del posto avendo aperto molte delle vie presenti. Conosce vita, morte e miracoli di ogni via esistente, di ogni parete e di ogni pilastro.
Parla correttamente Inglese, Spagnolo, Catalano, Francese, Italiano e molti dei dialetti delle tribù locali, con le quali è in ottimi rapporti avendo quindi ottime possibilità di accesso alle loro pareti nonché ai loro vilaggi storici che sono dei veri e propri siti archeologici…assolutamente da non perdere!!
Inoltre, essendo lui stesso un arrampicatore ed avendo quindi vissuto sulla propria pelle tutti gli inconvenienti del vivere e dell’arrampicare in questo luogo tanto bello quanto ostile, vi potrà spiegare tutti i trucchi ed accorgimenti perché abbiate meno problemi possibile, anche in fatto di salute (ed io ne so qualcosa!!).

Per dormire: ci sono degli alberghetti molto economici ad Homborì, ma per chi scala la soluzione migliore è quella di alloggiare nel campeggio sotto le Mani di Fatma (di proprietà della moglie di Salvador), molto accogliente ed economico e dal quale, con 30/60 minuti di cammino, si arriva all’attacco di tutte le vie della Mani di Fatma.

Related Articles

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Rimani connesso con noi

28,000FansMi piace
47,963FollowerSegui
8,460IscrittiIscriviti

Categorie

Ultime News