spot_img

Il consigliere Franz, Adriano Carnati

Franz 076_1079_PBC9404

“Ho capito, mi sa che mi tocca”. Non glielo avevo ancora chiesto – solo guardato – che mi rispose così.

Eh già, al vecchio Franz toccava, entrare nel consiglio dei Ragni. Sapeva che rispetto a pochi anni fa le cose da fare si erano moltiplicate, e che toccava anche a lui, che in fondo ha anche dovuto moltiplicare il suo tempo per permettere, però da grande genitore, al figlio Talento e Campione di perseguire la sua passione.

Su Franz voglio raccontare che l’ho conosciuto così: falesia di Pederiva, cala Fuili: sono con moglie e figlio di un anno appoggiato ( figli piccoli ==> si scala molto di più. Per me fu così), salgo su un 6c strapiombante, tento di moschettonare da un buco non grande, cado.

Si sente, dal basso: ma no, ma come si fa, rovinare una salita a vista così…ma non vedi che potevi fare altri due movimenti, e poi moschettonavi da zanca?

Mi giro, e vedo un tizio alto che mi spara critiche con voce che lo sentono ad Olbia, e praticamente chiedo scusa (che poi, allora, attaccarmi su un 6c, per giunta di riscaldo, a vista, non è che fosse così disonorevole, secondo me, ma comunque…). Un altro tizio, ben chiaro di carnagione, gli fa: Ma Giac, ti sei appeso ieri nello stesso punto.

Erano il Giac e il Franz, che cominciarono a rimbrottarsi varie cose, mentre io e Tatiana svicolavamo facendo amicizia con Patrizia, santissima moglie di Franz.

002 Lavaredo ALPENLIEBE f. A.Carnati
Con Paul (Paolo Spreafico) in una delle tante scorribande di successo in Dolomiti

E poi ri-conobbi Franz anni dopo, con il figlio che faceva le trazioni su stipite sopra-portiera furgoncino, aveva 6/7 anni, e io toccavo lo stipite e dicevo, ma tuo figlio scala? No no, fa ginnastica artistica, eravamo sotto Donnas e io gli feci, beh, se dovesse scalare secondo me fa sfracelli, su ‘ste liste di un cm taglienti fare dieci trazioni non mi pare banale…eh, mi fece, non gli interessa proprio…era Stefano Carnati, in effetti non gli interessava, allora…

E comunque Franz è uno dei più grandi alpinisti che il triangolo lariano abbia mai avuto, senza se e senza ma. Uno che andava in Patagonia e Baffin e faceva cose molto, molto avanti per l’epoca. Cose che anche oggi metteremmo come news, e pure in grassetto!! Uno che vedeva il suo nome sempre un po’ in sordina, anche se tirava da capocordata, altro che!! Uno che faceva solitarie e salite ed aperture che non faceva nessuno o quasi, superiori a salite e solitarie che anche in questi anni vengono magari un pelino sovrastimate.

E poi Franz si è innamorato del Wenden e di Ceuse ( la sua celebre frase, esiste solo Wenden e Ceuse, tutto il resto è allenamento), col Paul è andato a fare ripetizioni a vista di vie in Dolomiti (che ama in maniera viscerale) che vi raccomando, salite dove devi scalare ed essere veloce su protezioni anche molto lontane. Franz è stato capace di ridiscutersi, aveva un curriculum gigantesco eppure, mi raccontò, la prima volta che tornai a casa dal Wenden, mi dissi, c’è qualcosa che non va, perchè al Qualido faccio quello che voglio, e qui sul 6c vado in questo modo, e così si è dato alla falesia per arrivare a quel 7c/7c+ a vista che gli ha permesso di salire in grande stile su tutte le Alpi.

image001

Magari Franz è uno che quando inizia a parlare non la finisce più, ma questo, va beh, ci sta anche. Lui e Marco Brambilla ci hanno regalato la più interessante falesia del triangolo lariano nata negli ultimi dieci anni, opera gigantesca anche di sistemazione base, per non parlare di chiodatura. Franz è uno generoso dentro, che conosce molto bene il concetto di riconoscenza, fai per lui qualcosa anche di doveroso e ti arriva un regalo totalmente inaspettato, lo voglio dire questo perchè la riconoscenza è un motore ad energia pulita, è uno incapace di fare del male o un’ingiustizia. Uno che diventa rosso davanti ad un”uniforme pur essendo immacolato (qualcosa da dichiarare? No, nulla, rosso guardando in avanti. Accosti, controlliamo. Franz, ma perchè sei diventato rosso, non potevi guardarlo e dirgli che andavamo a scalare? Eh, sì, no, poi, eh, così, sai, loro, perchè…ok, Franz, ma abbiamo perso mezz’ora per nulla), Franz che quando guida ci mette un’ora più del previsto perchè sta sotto dieci km all’ora dei limiti, poi si becca in due mesi due multe di velocità perchè andava a 60 su stradina periferica limite 50, cose così.

Ma tutto questo lo scrivo per dare benvenuto a Franz, e dirvi che un Signor alpinista è entrato nel consiglio

Related Articles

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Rimani connesso con noi

28,000FansMi piace
47,851FollowerSegui
8,460IscrittiIscriviti

Categorie

Ultime News