spot_img

25-01-2006 Quattro nuovi Ragni di Lecco

25-01-2006 Quattro nuovi Ragni di Lecco Lorenzo Festorazzi, Adriano “Franz” Carnati, Matteo Della Bordella e Luca Passini sono entrati a far parte del prestigioso sodalizio alpinistico lecchese.

passini
La “famiglia” dei Ragni di Lecco si è allargata accogliendo nelle sue fila quattro nuovi arrivati. Si tratta di: Lorenzo Festorazzi di Perledo (alpinista che ha portato la sua esplorazione dalle Grigne alle montagne del mondo), Adriano Carnati di Erba (arrampicatore-alpinista dalla grandissima esperienza che ha saputo sempre rinnovarsi), Matteo Della Bordella di Varese (ventunenne, emergente ed attivissimo alpinista-climber che ha una voglia di montagna e scalata davvero impressionanti); Luca Passini di Mandello (climber e falesista di notevole livello).

Lorenzo Festorazzi. Appena tornato dalla vetta dell’Aconcagua, 35 anni, Lorenzo è un alpinista di Perledo, assai attivo in un alpinismo classico che ha portato anche fuori dalle Grigne, dove ha comunque aperto vie nuove molto isolate e selvagge.

Adriano “Franz” Carnati, di Erba, classe 1963, è uno dei più attivi arrampicatori-alpinisti della Brianza, un alpinista che dopo importante esperienze di apertura in Patagonia a metà degli anni ’80 ha saputo rimettersi in discussione migliorando di continuo di livello e riuscendo poi a salire vie difficilissime in tutto l’arco alpino; è infatti l’italiano che ha ripetuto più vie al Wenden e nelle ultime Estati si è cimentato in salite di spessore anche nelle Dolomiti. In Qualido il suo nome è ben noto come co-apritore di molte vie insieme alla coppia Vitali-Brambati.

Matteo Della Bordella, varesino, appena 21 anni, ha strabiliato alpinisti e commentatori con un’estate 2005 all’insegna del “salgo tutto purchè estremo”; tra Ratikon, Dolomiti, Wenden e Alpi Occidentali ha accumulato una lunghissima serie di ripetizioni di enorme valore, spesso a vista e spesso da capocordata, accompagnato dal padre (!). Ha poi fatto vedere di che autocontrollo è capace aprendo, con Palma e Soldarini, la via Portami Via, in Wenden, e soltanto una caduta a metà Ottobre durante l’apertura di un’altra via estrema in Sardegna lo ha finalmente tranquillizzato per qualche mese…

Luca Passini, da Mandello, classe 1970, è uno dei più forti scalatori lombardi, arrampicatore sportivo di gran classe entrato nell’Olimpo dell’8c “lavorato” e 8a “a vista”. Recentemente, pur continuando con successo nelle gare, ha anche mostrato interesse verso l’attività in montagna. E’ anche noto per essere allenatore di Simone Riva, il 17enne recentemente vincitore del premio Casimiro Ferrari.

nella foto Luca Passini su Play the cross, 8c (ph Claudio Piscina)

Related Articles

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Rimani connesso con noi

28,000FansMi piace
47,852FollowerSegui
8,460IscrittiIscriviti

Categorie

Ultime News