spot_img

23-06-2010 Corso Ragni 2010 – Appunti disordinati di viaggio…

23-06-2010
Corso Ragni 2010 – Appunti disordinati di viaggio…
fotogr_ragnat
Uno degli scopi principali di un gruppo alpinistico è quello di dare nuova linfa al movimento, creare le basi e quindi puntare sulle giovani leve, partendo dall’inizio. E’ questa l’importanza di attività come il Corso di Alpinismo e la gestione della Palestra di Arrampicata. Il corso, a cui hanno partecipato 20 allievi, archivia il suo 58 esimo anno di vita, ed un’allieva ho voluto mettere per iscritto alcune sue impressioni…

{besps}../news2010/23062010/{/besps}

A poche ore dal termine del 58esimo corso della scuola di roccia a Finale Ligure con ancora addosso zaino, corde e fatica è la sensazione di soddisfazione, entusiasmo e fiera stanchezza a prevalere nel gruppo dei partecipanti al corso Ragni 2010

Si percepisce d’essere alla fine di un primo viaggio alla scoperta del mondo dell’arrampicata su roccia, che l’esperienza alpinistica degli istruttori e la loro grande disponibilità e pazienza hanno reso un percorso straordinario di apprendimento e di esplorazione delle basi tecniche e teoriche dell’arrampicata, in una crescente progressione di conoscenza e sviluppo delle proprie capacità e possibilità.

Con un approccio di insegnamento fortemente orientato alla sicurezza e all’essenzialità delle manovre e dei movimenti in parete, gli istruttori hanno guidato gli allievi, arrampicatori dilettanti e non, giovani e non, nelle prime cordate delle uscite in montagna, la cui programmazione iniziale è stata rivista per le condizioni meteo non sempre favorevoli di una stagione poco primaverile.

E dosando abilmente attenzione per le attività in parete, semplicità e ilarità, hanno creato da subito un clima piacevole ed amichevole consolidando pian piano un gruppo eterogeneo, che timidamente si era presentato davanti a questa esperienza ciascuno forte del proprio bagaglio di motivazioni, conoscenze e curiosità verso il mondo dell’arrampicata su roccia.

Un bagaglio, o meglio uno “zaino”, sicuramente in seguito arricchito dalla costante condivisione delle esperienze pratiche e riempito di nuove conoscenze teoriche, con la giusta dose di leggerezza e serietà degli istruttori, e dai racconti di grandi imprese ed episodi di vita davanti all’immancabile sosta “birretta” di fine giornata o torta abilmente preparata.

E infine in quello “zaino” ci abbiamo buttato dentro la costruzione di nuove amicizie e la consapevolezza che a piccoli passi con fatica, dedizione e divertimento ogni vetta o meta nella vita è raggiungibile.

 

Related Articles

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Rimani connesso con noi

28,000FansMi piace
48,157FollowerSegui
8,460IscrittiIscriviti

Categorie

Ultime News