Redaelli e Airoldi

In questa preziosissima foto di Lecconotizie, Daniele Readelli e Luigino Airoldi.
Daniele Redaelli, giornalista sportivo e ex caporedattore della Gazzetta dello Sport, ci ha lasciato lo scorso 31 dicembre dopo una lunga malattia.
Così lo ricorda il nostro presidente Fabio Palma:
“Daniele è sempre stato vicino al Gruppo Ragni. Amicissimo di Tono Cassin e Mario Conti, ha sempre dato spazio alle imprese dei Maglioni Rossi sul suo giornale.
Ricordo una lunghissima chiacchierata con lui. Parlammo di alpinismo, ma anche di boxe, nostra passione comune, sulla quale dialogammo perdendoci nei nomi dei nostri idoli degli anni ’80 e favoleggiando di incontri impossibili come Duran contro Pacquaio. E proprio da questo scivolammo sulle diverse generazioni dei Ragni.
Riccardo era il suo idolo, ma aveva grande stima di tanti altri dei nostri “senatori”, come Luigino Airoldi, Gigi Alippi e Romano Perego ed era molto colpito dal nuovo corso dei Ragni di questi anni tanto che mi disse -non credevo che i Ragni sarebbero tornati così grandi e popolari, Riccardo avrebbe voluto certamente con sè e avrebbe applaudito alcuni tuoi ragazzi proprio come fece sul Mc Kinley con i giovani che scelse-.
Era una grande persona, molto sensibile e speciale, un giornalista sportivo di grandissimo livello. Attento al sociale, a quello che c’era dietro lo sport, all’umanità dei personaggi. Empatia, serenità e positività, le tre doti che fanno grandi le persone, erano in lui al massimo livello. Aggiungendoci la competenza nel suo lavoro, ne facevano un pilastro del giornalismo sportivo, e non solo”.