Val del Ferro UPDATE: nuove libere + portfolio

grotta

 Domenica 24 Luglio Simone Pedeferri ha liberato due progetti alla Grotta del Ferro in Val di Mello, “Porno Valley” e “OldMan! Jump!” con difficoltà rispettivamente di 8c e 8b. Pochi giorni fa aveva salito Green Day, il tiro più impegnativo, con ben 70 movimenti, risolto da Simone all’inizio di luglio, dopo una quindicina di tentativi nel corso di tre anni. 

La Grotta si trova nei dintorni della seconda cascata del Ferro e fu notata la prima volta qualche anno fa da Domenico Soldarini che tra l’altro apri nelle immediate vicinanze “Paesaggi perduti”, una bella via di sei tiri con difficoltà fino al 7b mentre la chiodatura è iniziata tre anni fa da Simone Pedeferri, Davide Spini e Francesco Piovesan.

Pur essendo visibile dal fondovalle per comprenderne il forte impatto è necessario andare sotto questo enorme soffitto che sviluppa fino a quaranta metri; l’occhio si sofferma subito su una fessura che lo taglia in tutta la sua lunghezza che Simone è riuscito nell’impresa ciclopica di chiodare in dieci estenuanti ore e successivamente liberare tre anni fa, poi vaga e si sofferma su altre linee, alcune chiodate, altre ancora immaginarie ma che lasciano intuire grandi sfide per il futuro, prossimo e remoto…

                                                foto by Riky Felderer

Abbandoniamo la strada che porta in Val di Mello all’altezza della prima cascata del Ferro, e dopo un’oretta di piacevole camminata all’ombra di questi faggi secolari ci sdraiamo al sole sotto il secondo salto del torrente, ancor più spettacolare del primo, completamente strapiombante e contornato da un anfiteatro roccioso che Simone mi dice “inattaccabile”…l’acqua nebulizzata dona refrigerio, anche se in questa fredda , e ormai tipica visti i tempi che corrono, giornata di fine Luglio non se ne sente tanto il bisogno.

E’ ormai la una di pomeriggio, la Grotta c’è ma da qui non si vede, cioè bisogna ancora camminare per arrivarci, alle otto dobbiamo essere a S.Martino, perciò se i calcoli sono giusti non resta molto tempo per scalare. Ma Simone continua a starsene sdraiato al sole, qualcosa mi sfugge…

Capisco un po’ meglio appena arriviamo sotto questa enorme volta strapiombante ed è perfettamente chiaro quando, a pochi metri dalla sosta del secondo tiro della giornata mi esplodono completamente le braccia; non penso di avere la forza per tornare fino a questo punto, non penso di avere la forza per continuare a scalare oggi…

“Benvenuto in Grotta!!!”… Simone se la ride laggiù…”Ti piace?”…[senza fiatoooo] … ancora qualche sbracciata e raggiungo la fine, ora tocca a Lui…

La linea segue un tiro già liberato che scala in modo molto fluido, poi un buon riposo precede una serie di movimenti accompagnati da urla strozzate per finire con un lancio con il corpo perfettamente orizzontale aderente al soffitto…”Porno Valley”…anche questa è fatta…

“Sei debole” è una linea logica, percorre il soffitto nei suoi punti più … “deboli”, è la più facile della Grotta  e dopo un riposo abbondante riesco a concatenarla fin lassù in cima… certamente uno dei tiri più belli che ho mai scalato…”Serie A” direbbe Simone…che riparte su un altro mostro da addomesticare, anche questo”Serie A”: un lancio, un urlo, un altro lancio, e poi ancora un urlo e poi ancora! “Oldman! Jump!!”…dritto al top…duro….durissimo!!!

Sono le sei…ho fatto tre tiri…ci sarebbe ancora lo spazio per scalare e non fare tardi come al solito…ma ora ho capito il concetto… preferisco sdraiarmi sotto la cascata…

Paolo Spreafico RELAZIONI DISPONIBILI PRESSO IL BAR MONICA

English version en